DONOLATO DR. DANILO

interventi di otoplastica

Per risolvere l'inestetismo delle cosiddette orecchie a sventola è possibile effettuare l’ intervento di otoplastica, eseguibile a qualsiasi età. Non residuano cicatrici visibili, in quanto esse sono situate nel solco dietro l’orecchio e nelle naturali pieghe dello stesso. L’otoplastica è un intervento molto delicato, pur non essendo traumatizzante per l’organismo in generale: è utile tener conto che le orecchie sono spesso molto diverse da persona a persona e anche nello stesso individuo sono differenti l'una dall’altra.

l'intervento e le eventuali complicazioni

L’intervento di otoplastica viene eseguito in anestesia locale e dura circa due ore: consiste in un' incisione della pelle nella parte anteriore dell'orecchio e quindi non visibile; viene poi asportata la cartilagine in eccesso e lavorata la restante per dare all’orecchio una forma più naturale possibile. Il post-operatorio è doloroso per i primi tre giorni e si possono comunque avvertire fastidi anche per i giorni successivi, mentre la rimozione delle suture avviene in decima giornata. Durante il mese successivo all’intervento sarà indispensabile portare una fascetta, in particolare modo durante il periodo notturno, al fine di evitare che vengano inavvertitamente assunte posture che possono compromettere l’esito dell’operazione. A seguito di interventi importanti o ripetuti, può accadere che si verifichi una necrosi della zona di dimensioni variabili, solitamente correggibile attraverso medicazioni e piccoli interventi chirurgici: tale complicazione è rara, ma deve comunque essere tenuta in considerazione. In alcuni casi vi è inoltre la possibilità di una leggera riapertura delle orecchie, in particolare modo negli adulti dove la cartilagine è più robusta, rimediabile in ogni caso con una correzione chirurgica.

Share by: